Il neoeletto Direttivo della Nuova Proloco Tolmezzo, caratterizzato da un’età media di poco superiore ai 30 anni, si è riunito per la prima seduta dopo il rinnovo dei vertici societari presso la sede di via Linussio.

L’incontro ha rappresentato l’occasione propizia per un primo confronto sui temi inerenti il prossimo futuro dell’Associazione, con la decisione circa il programma specifico da portare avanti nei due anni a venire, a partire dagli impegni più imminenti, e con l’assegnazione delle diverse cariche interne, funzionali a un buon andamento della Nuova Pro Loco, come di qualsivoglia altro sodalizio.

Così il Consiglio ha scelto di nominare alla presidenza Valentina Marega (non ancora trentenne), che raccoglie il testimone da Roberto Zamolo. La Marega sarà affiancata come vice da Enrico Radivo.

Dunque, uno dei primi aspetti che va sottolineato è il rinnovamento del Direttivo, che però mantiene un prezioso anello di congiunzione con l’Assemblea guidata da Zamolo in Marco Maieron, confermato consigliere.

Il compito di presidente del Collegio dei Revisori dei Conti viene assegnato Andrea Vidoni, che sarà affiancato da Alberto Sica e Federico Zolia. Ancora, si è pensato a come sia possibile rendere efficace l’attività del sodalizio, e in tal senso si è ritenuto opportuno suddividere l’attività che si intende portare avanti, assegnando a ciascuno un compito specifico.

In particolare Maieron manterrà, sulla scorta dell’esperienza sperimentata in passato, la delega per il mercato contadino.

Complessivamente il nuovo Direttivo, in carica per il prossimo biennio, conterà tredici componenti: oltre ai già citati Marega, Radivo e Maieron, ci sono Enrico Citran, Valentina Coletti, Marco Silvestri, Giuseppe Coloni, Nika Vodopivec, Roberto Ajello, Sascha Marcuzzi, Veronica Rossi, Giulia Michelli, e Francesco Gozzer.

Quanto poi alla non meno importante programmazione delle attività che si prevede verranno organizzate dalla Nuova Pro Loco Tolmezzo nel periodo a venire, il nuovo Consiglio si è anzitutto dedicato all’impegno cronologicamente più imminente, la Festa dei Fiori, ordinariamente collocata tra la fine di aprile e l’inizio del mese di maggio.

La Festa dei Fiori, appuntamento che negli ultimi anni era entrato fra quelli su cui era imperniata la vita pubblica della comunità tolmezzina, per il 2018 non potrà rinnovarsi a causa di tempistiche divenute ormai troppo stringate.

Per i mesi successivi è emersa unanime fra i consiglieri la volontà di aprirsi alla cittadinanza per accogliere fra le schiere dell’Associazione il maggior numero di concittadini disponibili a collaborare e la necessità di riuscire a porsi come corpo effettivamente attivo nella società cittadina, nonché come ideale “collante” fra le diverse Pro Loco della realtà carnica, in tutte le sue molteplici diramazioni e in tutte le sue forme (sport, cultura, folklore, eccetera). Continuerà l’attività della Nuova Pro Loco in occasione di tutti i principali appuntamenti che ricadono sul territorio tolmezzino, a partire naturalmente dalla Festa della Mela e dalla Sagra del Borgat, dall’appuntamento musicale che viene allestito annualmente grazie all’iniziativa denominata #tolmezzolive in Pra Castello durante la stagione estiva, fino ai mercatini di Natale che popolano il centro della città a dicembre.